Mezzi di trasporto

Mezzi pubblici

È obbligatorio l’utilizzo delle protezioni individuali delle vie respiratorie (mascherine, anche di comunità) da parte di passeggeri e personale delle aziende di trasporto pubblico di linea. I passeggeri devono indossare la mascherina prima di effettuare l’accesso in stazioni, banchine portuali e in prossimità delle fermate.

Va privilegiato l’utilizzo modalità di vendita dei titoli di viaggio che consentano il rispetto della distanza interpersonale di almeno 1 metro tra i passeggeri che dovranno comunque obbligatoriamente indossare la mascherina.
L’acquisto dei biglietti deve essere previsto con modalità automatizzate o dematerializzate, possibilmente prevedendo biglietteria elettronica. La salita e la discesa dei passeggeri dal mezzo devono avvenire secondo flussi separati. Negli autobus e nei tram, quando possibile, è necessario prevedere la salita da una porta e la discesa dall’altra porta.

Per evitare il contatto tra chi scende e chi sale, bisogna garantire idonei tempi di attesa, anche eventualmente con un’apertura differenziata delle porte.

Va sempre rispettata, all’esterno e all’interno dei mezzi, la distanza fisica tra passeggeri di almeno 1 metro.

Qualora non sia possibile garantire continuativamente il distanziamento fisico all’interno dei mezzi, il servizio deve comunque osservare un carico massimo non superiore al cinquanta per cento della capacità di trasporto del mezzo come indicata dalla carta di circolazione.

Per autobus e tram, il conducente che rileva il raggiungimento della misura massima consentita non effettua la fermata successiva in assenza di prenotazione della “richiesta di fermata” da parte del passeggero a bordo.

I passeggeri devono rispettare le indicazioni affisse sui mezzi attraverso il posizionamento di segnaletica nei posti che non possono essere occupati e garantire la distanza interpersonale di almeno un metro.

Vanno adottate misure di delimitazione della distanza, o barriere, fra la postazione di guida e l’area di utilizzo dei passeggeri. Ove ciò non fosse possibile, va inibito l’uso della porta anteriore.

I passeggeri non possono occupare il posto disponibile vicino al conducente.

Viene sospesa l’attività di bigliettazione a bordo da parte degli autisti. In caso di momentanea impossibilità di attuare tale misura, l’azienda di trasporto deve adottare tutte le misure idonee a tutelare la sicurezza dell’autista.

È necessario evitare a bordo del mezzo, per quanto possibile, i contatti tra personale e viaggiatori e, comunque, mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro.

È raccomandata l’implementazione di sistemi elettronici di bordo, finalizzati a rendere efficace il monitoraggio delle frequentazioni sui mezzi di trasporto (in particolare, conta passeggeri).

Su ciascun mezzo di trasporto a lunga percorrenza vanno installati dispenser contenenti soluzioni disinfettanti ad uso dei passeggeri.

È vietato attivare la funzione ricircolo dei sistemi di condizionamento dell’aria.

È consigliabile viaggiare con i finestrini aperti e non attivare l’aria condizionata.

I mezzi devono essere igienizzati e disinfettati su base quotidiana e periodicamente sanificati.

Vanno installati dispenser contenenti soluzioni disinfettanti ad uso dei passeggeri in prossimità di pulsantiere, ad esempio in presenza di biglietteria elettronica

Vanno installati nelle stazioni ferroviarie e metropolitane, negli aeroporti e nei porti dispenser contenenti soluzioni disinfettanti ad uso dei passeggeri.

Il contingentamento dei passeggeri potrà avvenire prima della linea dei tornelli di ingresso, anche grazie all’adozione di interventi per il contingentamento degli accessi alle stazioni, alle banchine portuali, agli aeroporti e ai porti, per garantire il rispetto della distanza interpersonale minima di un metro.

Vanno previsti sistemi di videosorveglianza e/o telecamere intelligenti per monitorare i flussi ed evitare assembramenti, eventualmente con la possibilità di diffusione di messaggi sonori/vocali/scritti.

Nelle stazioni della metropolitana vanno previsti differenti flussi di entrata e di uscita, garantendo ai passeggeri adeguata informazione per l’individuazione delle banchine e dell’uscita e il corretto distanziamento sulle banchine e sulle scale mobili anche prima del superamento dei varchi. Vanno altresì predisposti idonei sistemi atti a segnalare il raggiungimento dei livelli di saturazione stabiliti.

Deve essere regolamentato l’utilizzo di scale e tappeti mobili, garantendo sempre un adeguato distanziamento.

Va consentito e agevolato l’accesso in sicurezza alle persone con diverse abilità, in gravidanza e anziani.

Da parte delle aziende di trasporto vanno adottati strumenti di informazione e comunicazione nei luoghi di transito e all’interno dei mezzi per rendere consapevoli i passeggeri sul:

  • corretto uso dei dispositivi di protezione individuale
  • comportamenti che i passeggeri sono obbligati a tenere all’interno delle stazioni, degli aeroporti, dei porti e dei luoghi di attesa, nella fase di salita e discesa dal mezzo di trasporto e durante il trasporto medesimo
  • evitare contatti ravvicinati del personale con la clientela, ad eccezione di quelli indispensabili in ragione di circostanze emergenziali e comunque con le previste precauzioni dei dispositivi individuali;
  • mantenere il distanziamento di almeno 1metro tra i passeggeri.

Domande frequenti

Articoli collegati